Errata Polimerizzazione: gli errori più comuni sulla ricostruzione unghie

Social network… una fonte infinita di informazioni, consigli, tutorial ed errori…

Si lo ammetto, mi piace tanto guardare i vari gruppi su Facebook, Instagram, ecc. e molto spesso mi capita di vedere delle immagini di fronte a cui mi fermo e mi chiedo…perché?

Le parole che accomunano le mie risposte sono: “MANCANZA DI FORMAZIONE”

A volte le persone non hanno la possibilità economica di formarsi, altre volte manca la volontà di farlo, altre volte il tempo è tiranno a causa del troppo lavoro, le esigenze della famiglia, ecc.

Ecco perché ho raccolto dal web delle foto, spero che i proprietari di queste queste non me ne vogliano male, ovviamente sono tutte rigorosamente anonime anche perchè le ho salvate nel corso di vari mesi di navigazione…

Spero che sia chiaro il mio intento, che non è assolutamente quello di offendere qualcuno, ma di imparare dagli errori e di mettere a disposizione la mia esperienza che non è verità assoluta ma solo l’accumulo delle mie conoscenze…e badate bene….ANCHE IO HO ANCORA TANTO DA IMPARARE… VOI DA ME E IO DA VOI!

 

Ho deciso di usare queste foto per affrontare insieme i vari errori, quelli più comuni, a cui però è facile trovare rimedio.

Come potremo chiamare questa “Rubrica”? Accetto consigli cosicché quando entrate nel Blog Noah Cosmetics possiate identificare subito gli articoli che riguardano questo argomento.

Andiamo con la prima foto?

ERRATA POLIMERIZZAZIONE

Cosa si può notare?

  • In questa prima immagine notiamo che in fase di refill è emersa una separazione fra i vari strati di gel o che nell’unico strato applicato si è creato un vuoto nella struttura dovuta ad una errata polimerizzazione
  • Sembra che sia stato usato un gel cover, un costruttore camouflage

Cosa può essere successo?

  • prima ipotesi: i cover o costruttori camouflage gel sono molto pigmentati, se lo strato applicato sull’unghia è troppo abbondante i raggi delle lampade possono non essere in grado di attraversare tutto lo spessore del prodotto e quindi non sono in grado di polimerizzarlo uniformemente e fino in fondo
  • seconda ipotesi: potrebbe essere successo che l’operatrice, per stringere la forma, abbia pinzato troppo presto la struttura, causando quindi un vuoto nella stessa
  • terza ipotesi: la lampada non era idonea per la corretta polimerizzazione del prodotto usato.  A questo proposito, consiglio sempre di usare la lampada uv/led/diodi che il produttore del gel vi consiglia di usare in quanto, sicuramente (o meglio spero) ha testato il binomio gel/lampada
  • quarta ipotesi: nella stesura del prodotto si era formata una bolla. Questa ultima soluzione è la più remota perché la formazione di una bolla è abbastanza evidente ad un occhio abituato a lavorare gel

Suggerimenti:

  • quando si usano gel molto pigmentati non si dovrebbero applicare strati troppo spessi, meglio procedere in due volte, polimerizzando a dovere ciascuno strato secondo i tempi indicati sulla confezione scongiurando così il pericolo di errata polimerizzazione. Ad esempio i prodotti Noah Cosmetics riportano in etichetta le istruzioni per l’uso in cui vengono indicati anche i tempi di polimerizzazione per le varie tipologie di lampade usate
  • sarebbe sempre meglio usare le lampade idonee, purtroppo la potenza e la tipologia di lampada influiscono sul risultato finale
  • rispettare i tempi di polimerizzazione di ciascun prodotto perché sia la sovra che la sotto-polimerizzazione possono compromettere la resistenza della struttura

Come sempre spero che questo articolo vi sia stato utile e se vi fa piacere condividetelo pure…per favore non copiatelo!

Se vi va di affrontare qualche problematica specifica potete scrivermi direttamente un messaggio privato all’indirizzo mail lorenza@noahcosmetics.com e provvederò ad elaborare una risposta che possa aiutare tutti.

PS: Se non vuoi perderti i prossimi articoli iscriviti alla nostra newsletter nel box qui sotto!

A presto!

Lorenza

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!!
Un sacco di tutorial e segreti sulla ricostruzione unghie ti aspettano!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign up to our newsletter!