I farmaci possono compromettere la tenuta della ricostruzione unghie?

farmaci unghieMolte volte ci si chiede: “i farmaci possono compromettere la tenuta della ricostruzione unghie?”

Generalmente se vengono assunti sporadicamente o per un periodo di tempo limitato (qualche settimana o poco più) i farmaci non compromettono la tenuta della ricostruzione unghie perché la superficie che si va a trattare è sicuramente cresciuta settimane o mesi prima.

Se invece si assumono farmaci per lunghi periodi di tempo significa che nell’organismo c’è qualcosa che non funziona correttamente e che i farmaci mirano a regolare. In questi casi è più probabile che sia la malattia stessa a compromettere la saluta delle unghie e quindi la durata dei prodotti.

Ci sono dei farmaci, però, che influiscono sulla crescita delle unghie come ad esempio quelli contenuti nella chemioterapia. Le persone sottoposte a questi trattamenti possono subire periodi di rallentamento nella crescita delle unghie seguiti da momenti di forte crescita che non permette all’unghia di formarsi nella maniera ottimale. La fragilità delle unghie può essere determinata anche dalla carenza di vitamine dovuta talvolta alla debilitazione fisica.

Se siamo sicuri di aver fatto una preparazione dell’unghia ottimale la causa dei sollevamenti si può ricercare nella situazione psico/fisica della persona, ai cambiamenti nel suo stile di vita, allo stress, all’alimentazione.

Prima di imputare i sollevamenti a cause esterne è meglio cercare di capire se se sono stati commessi degli errori nelle varie fasi della preparazione delle unghie, dell’applicazione dei prodotti, dei tempi di polimerizzazione, ecc.

Continua ad approfondire l’argomento leggendo anche l’articolo LE UNGHIE RESPIRANO?

A presto!

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!!
Un sacco di tutorial e segreti sulla ricostruzione unghie ti aspettano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign up to our newsletter!