Infezioni delle unghie: funghi o batteri?

Rimanendo sempre nel campo dell’estetica, e non della medicina, sapere com’è l’aspetto normale della lamina ungueale ci aiuta a capire e a inviduare eventuali infezioni delle unghie.

Ci sono 3 tipi di infezioni delle unghie, solitamente le infezioni che attaccano la parte più superficiale e quella più profonda della lamina sono di origine batterica. Quelle che attaccano gli strati intermedi sono causate da funghi.

INFEZIONI DELLE UNGHIE di ORIGINE BATTERICA

I batteri sono degli organismi viventi, le infezioni batteriche si manifestano con macchie verdi che altro non sono che i prodotti di scarto di questi organismi. Si verificano quando un alto numero di batteri rimane intrappolato tra la lamina ungueale e il rivestimento applicato sulla stessa a causa delle scarse condizioni igieniche in cui si opera e/o alla cattiva preparazione dell’unghia naturale prima di un trattamento con gel o acrilici.

I batteri si nutrono degli olii della lamina ungueale e si sviluppano grazie all’umidità presente in essa.

Le macchie causate dalle infezioni batteriche non sono rimovibili con le lime e permangono sulla lamina per molto tempo anche dopo la guarigione.

Le infezioni batteriche più aggressive sono quelle che attaccano la parte sottostante della lamina e che riescono a penetrare quando l’unghia si separa dal letto ungueale a causa della rottura di uno dei sigilli  (vedi articolo relativo ai traumi alle unghie). Queste infezioni producono dolore, rossore e pus. In questi casi é assolutamente necessario l’intervento di un medico.

pseuomonas

INFEZIONI DELLE UNGHIE di ORIGINE FUNGINEA

Le infezioni funginee (micosi) sono molto diverse da quelle batteriche. Questi microrganismi possono attaccare sia la pelle che le unghie attraverso tagli microscopici o attraverso una piccola separazione tra l’unghia e il letto ungueale. Si sviluppano soprattutto sulle unghie dei piedi in quanto le scarpe sono l’ambiente ideale per la loro proliferazione, essi necessitano infatti di  luoghi senza luce, umidi e caldi e si nutrono della cheratina della lamina ungueale. Le micosi alle unghie (onicomicosi) si manifestano con macchie giallastre sotto la  punta della lamina, provocandone rigonfiamento, rottura e distaccamento dal letto ungueale;  a volte questa sintomatologia è anche dolorosa. Solo un medico è in grado di capire, con degli esami specifici, se sia in atto un’infezione funginea.

malattie delle unghiePoichè le infezioni batteriche e funginee si insinuano quando vi è rottura di uno dei sigilli dell’unghia, non bisognerebbe mai tagliare le cuticole ma solo spingerle indietro. Quando si tagliano le cuticole, che sono tessuto morto, spesso si taglia anche l’eponicchio, che invece è tessuto vivo, provocando una fastidiosa fuori uscita di sangue che oltre ad ostacolare il lavoro di copertura dell’unghia spalanca la porta all’aggressione degli agenti patogeni.

Grazie per aver letto fino a qui, se ti fa piacere scrivi nei commenti cosa ne pensi…A presto!

2 commenti:

  1. Molto interessante 👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign up to our newsletter!