Quello che le onicotecniche non dicono

In questo articolo ti svelerò esattamente quello che le onicotecniche non dicono ma che vorrebbero urlare molto più spesso di quanto tu possa pensare.

Ti sei mai chiesta cosa passa nella mente della tua onicotecnica quando si chiude nel silenzio improvvisamente?

Probabilmente non parla perché si sta mordendo la lingua ma dentro di è è come una pentola a pressione che sta per esplodere!

Se un’onicotecnica dovesse appendere un cartello dietro di sé rivolto alle sue clienti probabilmente scriverebbe così:

onicotecnica

onicotecnica

“Cara cliente,

devi sapere che il mio lavoro, è un lavoro artigianale, di precisione che richiede concentrazione e purtroppo  la tua collaborazione perché le mani sono le tue….

Ogni tanto vorrei che le tue unghie fossero separate dal tuo corpo perché ti muovi come una biscia e per me diventa difficile lavorare su un supporto in perenne movimento (1)

Quando dopo la preparazione dell unghie ti chiedo di non toccare più la superficie è perché l’unghia pulita aiuta l’adesione dei prodotti (2)

Mi fa molto piacere chiacchierare con te finché cerco di rendere le tue unghie bellissime ma ci sono dei momenti in cui smetto perfino di respirare pur di riuscire a fare il giro cuticole il più preciso possibile senza sbavature (3)

Cerco di accontentarti sempre quando mi chiedi insolitamente una decorazione, proprio tu che fai sempre il monocolore e proprio oggi che sono piena come un uovo mi hai chiesto il decoro più difficile del mondo, se mi avessi avvisato mi sarei tenuta un po’ di tempo in più (4)

Le linee sottili sono belle e raffinate proprio perché sottili….se ti metti a ridere finché io trattengo il respiro per fare questa cavolo di linea sottile il tuo dito si muove comunque e viene fuori un’autopista…altro che linea sottile!

Quando mi chiedi qualcosa di particolare e io ti dico che è fuori moda fidati di me… (5)

Quando mi chiedi il french dopo che ho finito di modellare…, mi dispiace non posso fartelo ora perché avrei dovuto usare un gel mask, comunque è passato ormai il french, è fuori moda(6)

Per favore, il cellulare, se proprio vuoi rispondere mettiti gli auricolari all’inizio del trattamento così devi solo sfiorarlo per rispondere (7)

Appena finisco di applicare il gel sulle tue unghie e ti dico di entrare in lampada per favore fallo velocemente (8)

Se tieni le mani, i polsi e le dita morbide durante il trattamento mi aiuti a lavorare con semplicità (9)”

Ecco cosa manca davvero, stai per scoprire  quello che le onicotecniche non dicono ma che ti vorrebbero urlare!

Rileggi tutto aggiungendo alla fine la frase corrispondente al numero sottostante…pronta?

quello che le onicotecniche non dicono

quello che le onicotecniche non dicono

(1) se non stai ferma te le stacco queste mani!

(2) se ti appoggi le unghie sul viso è come metterle in un vaso di olio!

(3) abbi pietà di me se poi viene fuori una M-E-R-D-A non venirmi a dire che è tutto sbavato perché è solo colpa tua!

(4) maledetto internet e maledetta sia la foto che mi hai portato! E adesso come faccio a fare questo decoro? Ma non potevi mandarmela prima così ci provavo almeno? Da che parte inizio adesso? Se tra due giorni torni perché le preferisci senza decoro, perché ti sei già stancata…giuro che ti strozzo!

(5) se proprio vuoi sta roba almeno ti prego non dire che te l’ho fatto io perché è terrificante e mi rovineresti la reputazione!

(6) French? Oddio noooo! Chiedimi un Picasso piuttosto!  Mi sono anche appena bevuta un caffè e la mano mi trema, sono fuori allenamento e la mano mi trema, a te sembra  una cosa semplice ma è la cosa più difficile che ci sia! Dai che forse l’ho scampata anche stavolta con sta storia del gel camouflage! Speriamo che non lo voglia nemmeno la prossima volta! Dovrei iniziare a farlo pagare di più!

(7) lo vuoi capire che le tue mani sono mie e soltanto mie in queste due ore??? Sai dove te lo metterei quel cavolo di telefono? Sei cosi popolare che non puoi stare senza vedere le notifiche di Facebook per un’ora?

(8) se ti guardi il dito prima di metterlo in lampada il gel può spostarsi e così rovini il mio lavoro e i tempi si allungano. Ma poi…si può sapere cosa devi controllare???

(9) R-I-L-A-S-S-A-T-I !!!

 Si lo ammetto, ho estremizzato un po’ la cosa, ci son anche clienti molto brave che collaborano 🙂 Scherzi a parte….

TI RITROVI IN QUELLO CHE LE ONICOTECNICHE NON DICONO? 

E ADESSO DAI LIBERO SFOGO ALLE TUE FRUSTRAZIONI DA ONICOTECNICA NEI COMMENTI!

Se non sei ancora un’onicotecnica esaurita o lo sei ma non del tutto, iscriviti ai CORSI NOAH COSMETICS, imparerai tante nuove metodologie di lavoro e conoscerai altre pazze colleghe!

Usa il codice sconto CRAZYNAILS per acquistare il tuo corso  scontato del 15%

 

PS: se l’articolo ti è piaciuto condividilo pure con le tue amiche e colleghe dove preferisci ma per favore non copiarlo, ho dedicato del tempo anche per te 🙂

PPS: se hai qualche domanda o ti interessa un argomento particolare scrivimi pure nei commenti, provvederò a darti delle risposte in tempi brevi!

PPPS: Se non vuoi perderti i prossimi articoli iscriviti alla nostra newsletter nel box qui sotto!

Ti aspetto!

Lorenza

Iscriviti alla nostra Newsletter!!
Un sacco di tutorial e segreti sulla ricostruzione unghie ti aspettano!

Commenti

2 commenti:

  1. Stupendo!!!!!pura e semplice verita’!
    Grandissima!

  2. E tutto vero e non solo per quello che riguarda la cura delle mani…ma anche per tutti il resto del nostro lavoro da estetista..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign up to our newsletter!