Il VALORE del refill

Quantificare il costo, definire il valore del refill in termini economici a volte non è così semplice perché solo l’onicotecnica sa quanto tempo, impegno, investimenti in denaro ha speso per arrivare a un determinato livello.

Nell’articolo precedente ho parlato del giusto prezzo ma ora davanti a noi c’è un altro piccolo ostacolo da superare:

farsi pagare il vero VALORE DEL REFILL.

La mia intenzione non è quella di aprire il vaso di pandora e innescare la lotta tra partite IVA e privati e ti prego di non cadere in questa discussione, ti spiegherò anche il perché, abbi fede…

La domanda che mi aspettavo e che mi è stata rivolta da tante è:

“Come faccio a far capire alle clienti la qualità del mio lavoro?

Come faccio a farmi pagare il giusto valore del refill?”

Comincio a risponderti con una provocazione:

se tu avessi la necessità di operarti ad una mano perché hai il tunnel carpale da chi andresti?  Andresti da un medico generico o da uno specialista in chirurgia?

E tra uno specialista in chirurgia e un chirurgo specializzato sulla mano da chi andresti?

E ancora, tra un chirurgo specializzato sulla mano e un chirurgo che opera solo il tunnel carpale da chi andresti? Concordi con me che andresti dal più bravo specialista che ci sia?

Hai ragione a dirmi che le onicotecniche  “fanno unghie” e non salvano la vita a nessuno ma se mi permetti tu non sei una delle tante perché altrimenti non saresti qui a investire 5 minuti del tuo tempo per leggere questa FORMAZIONE GRATUITA che io e le mie colleghe Noah Cosmetics ti regaliamo.


GIUSTIFICARE IL PREZZO DEL REFILL

GIUSTIFICARE IL PREZZO DEL REFILL

Allora passiamo alla risposta che ti aspetti:

Risposta scontata:

  • stai investendo del denaro per formati
  • usi prodotti che resistono
  • fai le cose per bene
  • dai assistenza gratuita se un’unghia si spacca subito
  • sei sempre disponibile

Risposta professionale:

  • l’onicotecnica esperta e professionale non punta alla velocità, non lavora a cottimo, non tratta le clienti come numeri (devo fare 10 persone al giorno perché così guadagno 10 * X€)
  • l’onicotecnica esperta e professionale punta alla qualità del lavoro e per questo chiede di più (posso fare 6 persone e guadagnare lo stesso X€ perché ad ognuna faccio pagare il mi solito X + Y)…  si guadagna lo stesso, o di più, consumando meno prodotto (attenzione ho detto prodotto non TEMPO)
  • ad ogni refill l’obiettivo non deve essere quello di cambiare colore ma di ribilanciare la forma in modo che le unghie siano sempre sane, forti, resistenti agli urti e soprattutto SOTTILI
  • la qualità del tuo lavoro è data anche dalla tua esperienza
  • la qualità del tuo lavoro è data dalla tua professionalità. Ti faccio un esempio: sei dal dentista e questo infila nella tua bocca strumenti vari che fanno un rumore terribile e tu sei li impotente che speri di non sentire male perché non hai la più pallida idea di cosa ti stia facendo. TU puoi evitare questa sensazione alla tua cliente spiegandole a grandi linee le varie fasi, consigliandole la forma e la lunghezza più adatta a lei, facendole capire che non sempre ciò che ti chiede è la cosa corretta da fare, spiegandole perché le consumi l’unghia da sotto e perché carichi cosi tanto prodotto sulla punta (se non lo sai magari dovresti venire al nostro corso REFILL E CORREZIONE DELLA FORMA)
  • i prodotti che usi sono i migliori! Non basta che siano solo buoni e resistenti! Secondo te la qualità e il gusto di un frutto biologico sono paragonabili a quelli di un’agricoltura intensiva con fertilizzanti? Se nel nostro caso i fertilizzanti fossero degli acidi eccessivi o componenti non proprio tollerati? E non dirmi che tutti i prodotti sono sicuri perché le autorità ci mettono tanto tempo per controllare tutto ciò che oltrepassa le dogane…
  • chiedi alla tua cliente: “preferisci che ti faccia il refill con un prodotto Italiano come Noah Cosmetics o con un prodotto di provenienza ambigua e non forse non certificato ma che ti costa molto di meno?”
  • vogliamo parlare di pulizia, di sterilizzazione, di lime personalizzate?
  • potrei aggiungere un altro motivo
  • e un altro ancora
  • e ancora un altro

LA VERITÀ E’ CHE SEI TU A FARE LA DIFFERENZA!

Si! Sei tu perché se giochi a ribassare il prezzo ci sarà sempre la tua vicina inesperta che calerà di 1 € pur di avere un cliente in più.

Io con il cuore in mano ti dico che se devi fare le unghie a 15/20€ a refill tra tempo e prodotto

(a meno che non usi prodotti fabbricati non si sa dove e come e con cosa)

forse è meglio che cambi lavoro!

Nel prossimo articolo parleremo di come diventare un’onicotecnica professionista e di come acquisire sicurezza nel lavoro.

PS: se l’articolo ti è piaciuto condividilo pure con le tue amiche e colleghe dove preferisci ma per favore non copiarlo, ho dedicato del tempo anche per te 🙂

PPS: se hai qualche domanda o ti interessa un argomento particolare scrivimi pure nei commenti, provvederò a darti delle risposte in tempi brevi!

PPPS: Se non vuoi perderti i prossimi articoli iscriviti alla nostra newsletter nel box qui sotto!

Ti aspetto!

Lorenza

Iscriviti alla nostra Newsletter!!
Un sacco di tutorial e segreti sulla ricostruzione unghie ti aspettano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sign up to our newsletter!